POTATURA

Da quando ho deciso di occuparmi della mia azienda e di produrre vino, uno degli obiettivi che mi sono posto è stato quello si aiutare le mie viti ad invecchiare bene assecondando la loro natura.

Quelle più anziane rappresentano un vero e proprio patrimonio da preservare.
Il vino prodotto da viti di circa 40-50 anni è infatti di qualità superiore rispetto a piante più giovani.

IL METODO

SIMONIT E SIRCH

Per i due agronomi friulani è fondamentale gestire la vite con potature sempre su legno giovane escludendo tagli sul fusto.
Questa é una tecnica non invasiva che fa bene alla vite, la porta ad una felice vecchiaia e salvaguarda la qualità dei vini che verranno prodotti.

Simonit e Sirch hanno rivisitato il metodo di potatura del guyot rendendolo ancora meno invasivo. Il loro sistema, infatti, prevede sempre due speroni e un capoafrutto su ogni ramo (e non uno come per il metodo classico a Guyot), così da assicurare la ramificazione per l’anno successivo. Questo tipo di potatura, inoltre, serve a lasciare liberi i canali linfatici della vite e a migliorare lo stato di salute della pianta stessa.

I VINI

CATARRATTO

GRILLO

NERO D'AVOLA

PERRICONE

CONTATTI

Strada Casal Monaco, 3, 91010 Trapani, TP | Google map
Vito Gioia – Business Owner | vito@vitogioia.com | +39 380 6430545
Eli Spizzichino – Export Manager | eli@vitogioia.com | +39 347 3310001